ama factory

CHIAMAMI

Una performance interattiva, un gioco a due con il pubblico che diventa spettatore attivo nella storia di un amore finito

un progetto artistico di Annamaria Troisi

da La Voce Umana di Jean Cocteau

di e con Annamaria Troisi

installazione scenica e illuminotecnica Lucio Diana

direzione di produzione Sara Consoli

produzione A.M.A Factory / La Corte Ospitale

a proposito dello spettacolo

La performance si apre con l’attrice che scrive “CHIAMAMI” con un rossetto rosso sulla vetrina del cubo di plexiglass che è la sua casa. Poi rimane in vetrina, sola, in attesa, aspettando la chiamata dell’amat* sotto lo sguardo attento e curioso dei passanti che dall’esterno, se non le telefonano, possono solo vedere, spiare, cosa sta accadendo.

Il pubblico partecipa attivamente in un gioco a due dove ci si sente coinvolti in prima persona, dove lo scambio di battute, respiri e sguardi è fondamentale e inevitabile e dove lo spettatore si sente libero di partecipare come meglio crede.

Il testo de La voce umana risale al 1930 ma è immediato e profondamente moderno, gli spettatori si riconoscono e immedesimano in quelle parole che raccontano con spiazzante semplicità e sincerità la storia di un amore finito.

NOTE DI REGIA - Annamaria Troisi

NOTE DI REGIA - Annamaria Troisi

«C’è chi ha chiesto di essere guardato per tutta la durata della performance, chi ha preferito al contrario non farsi vedere, chi cercava di consolare, chi ha pianto e riso con insieme a me, chi ha posto domande ma anche chi è rimasto solo per guardare cosa accadesse tra una telefonata e l’altra pur non essendo coinvolto in prima persona, perché in questa performance ogni telefonata è unica e irripetibile.»

trailer

tournée

20 – 27 maggio 2023 – Torino Fringe Festival– Torino

24 agosto 2022 – San Ginesio Fest – Macerata

9 e 10 luglio 2022 – La Corte Ospitale – Rubiera (RE)

dal 4 al 6 maggio 2022 – San Pietro in Vincoli – Torino